“Nikola Tesla: un uomo dal futuro”, inaugurata la mostra in porto vecchio e visitabile fino al 10 ottobre

“Nikola Tesla: un uomo dal futuro”, inaugurata la mostra in porto vecchio e visitabile fino al 10 ottobre
Si è svolta questa mattina, alla presenza delle istituzioni, nella Sala Lelio Luttazzi del Magazzino 26 in Porto Vecchio, l’inaugurazione della mostra “Nikola Tesla: un uomo dal futuro”, allestita nella Sala 1B del Magazzino 26, che sarà aperta ufficialmente al pubblico da domani, 18 settembre, fino al 10 ottobre 2021 (a ingresso gratuito e con la possibilità di visite guidate).
 
L’iniziativa è un progetto dell’Associazione Culturale Giovanile Serba (ACGS), realtà che promuove la cultura, l’integrazione e la formazione tra i giovani della comunità serba e non solo tramite iniziative culturali sul territorio, realizzata in collaborazione con il Museo Nikola Tesla di Belgrado, in coorganizzazione con il Comune di Trieste e promossa dalla Comunità religiosa serbo-ortodossa di Trieste, dal Consolato Generale della Repubblica di Serbia di Trieste e dal Ministero della Cultura e dell'Informazione della Repubblica di Serbia.
 
Alla cerimonia d’inaugurazione svoltasi questa mattina, si sono susseguiti gli interventi della Vicepremier e Ministra alla Cultura e all’Informazione della Repubblica di Serbia, Maja Gojkovic, la Console Generale della Repubblica di Serbia, Ivana Stojiljkovic; il presidente della Comunità religiosa serbo-ortodossa di Trieste, Zlatimir Selakovic; rappresentanti del Comune di Trieste e della Regione Friuli Venezia Giulia; Il segretario generale dell’Iniziativa Centro Europea – CEI, ; la direttrice del Museo Nikola Tesla di Belgrado Ivona Jevtic; la direttrice della Fondazione Novak Djokovic Maja Kremic e del presidente dell’Associazione Culturale Giovanile Serba, Ilija Jankovic.
 
La mostra vuole ripercorrere la vita e le scoperte dello scienziato tramite modelli funzionanti, contenuti digitali (come filmati d’archivio, registrazioni audio e altri contenuti multimediali), oggetti e documenti custoditi dal Museo di Tesla di Belgrado che raccoglie la più grande collezione di brevetti e lasciti del grande genio, in una visita fruibile in tre diverse lingue (italiano, inglese e serbo-croato).
 
“La figura di Nikola Tesla e la sue opere ci hanno offerto un’importante occasione per concentrare i nostri sforzi e le nostre energie”, spiega Ilija Jankovic, presidente dell’Associazione Culturale Giovanile Serba di Trieste, “sulla promozione, progettazione e realizzazione dal basso di un’iniziativa scientifico-culturale così importante e significativa per Trieste. Questo è il nostro tributo alla città e ai suoi cittadini che avranno così la possibilità di conoscere da vicino ‘l’uomo che ha inventato il XX secolo’”.
 
“La scelta di portare la mostra a Trieste”, spiega Maja Berovic, project lead, “trova fondamenta nel fatto che il capoluogo giuliano sia ormai riconosciuto come ‘Città della Scienza’, grazie alle numerose realtà scientifiche locali ed internazionali che lo costellano e, al contempo, rispecchia perfettamente quell’atmosfera multiculturale e mitteleuropea che caratterizzava il tempo e i luoghi in cui Tesla ha vissuto e creato” (LINK all’intervista).
 
“Fin da quando ho ricordo di me”, ci tiene a sottolinearlo Lidija Radovanovic, senior advisor, “rimango colpita nel cuore, e mi sento di intervenire, se noto l’ingiustizia verso le persone che cercano di prediligere il bene comune a quello individuale. Nikola Tesla ha dedicato se stesso alle scoperte che hanno rivoluzionato in meglio le nostre vite. La sua scoperta della corrente alternata, considerata la prima rivoluzione tecnologica, dovrebbe già bastare per renderlo il più famoso inventore. Nonostante Tesla frequentasse l’alta società scientifica ed industriale della sua epoca, non era interessato al profitto. Auspicava che si arrivasse alla liberalizzazione dell’energia e delle scoperte scientifiche, rendendole disponibili a tutti, poveri e ricchi, in egual misura”.
 
Nikola Tesla, di padre prete serbo-ortodosso Milutin Tesla e di mamma Djuka, fu uno dei più grandi inventori di tutti i tempi. La Comunità religiosa serbo-ortodossa di Trieste è lieta di poter sostenere una iniziativa di questo genere che amplificherà ulteriormente la diffusione della conoscenza, non soltanto sull’incredibile vita del genio di Nikola Tesla, ma anche sul suo importante operato, grazie al quale, spesso si conclude dicendo, che fu proprio Tesla l’uomo che ha inventato il XX secolo”.
 
ORARI MOSTRA: Da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00: visite guidate con priorità per studenti/scolaresche ; Da lunedì a venerdì dalle ore 16:00 alle ore 20:00: visite libere aperte al pubblico ; Sabato e domenica dalle ore 09:00 alle ore 21:00: visite libere o guidate in una delle lingue disponibili (italiano, inglese, serbo-croato); Giovedì e venerdì 7 e 8 ottobre dalle ore 09:00 alle ore 21:00: visite libere o guidate in una delle lingue disponibili (italiano, inglese, serbo-croato) 
 
PRENOTAZIONI: prenotazione e Green Pass obbligatori (www.nikolateslatrieste.com; infopoint.acgs@gmail.com; 3318856448).
 
A questo si affiancano iniziative ed eventi collaterali di carattere artistico e culturale che si svolgeranno nel periodo di durata della mostra, volti a raccontare – ciascuno a modo suo – la vita e le opere del grande genio:
 
PROGRAMMA EVENTI COLLATERALI:
 
18 settembre, dalle ore 18:00 alle ore 20:00, Sala Comunità religiosa serbo-ortodossa (Via Genova, 12 Trieste): presentazione della Fondazione Novak Djokovic e delle loro attività. 
 
24 settembre, ore 19:00, Sala Luttazzi, Magazzino 26 (Porto Vecchio): Spettacolo dedicato alla figura di Nikola Tesla a cura di Ksenija Martinovic
 
25 settembre, alle ore 19:00, Sala Comunità religiosa serbo-ortodossa (Via Genova, 12 Trieste): proiezione del film “Il segreto di Nikola Tesla”
 
1 ottobre, dalle ore 18:00 alle ore 20:00, Sala Luttazzi, Magazzino 26 (Porto Vecchio): Concerto di musica barocca con il Maestro Zanettovic
 
2 ottobre, alle ore 20:00, Sala Comunità religiosa serbo-ortodossa (Via Genova, 12 Trieste): aperitivo con Pontes-Mostovi, musica e canti tradizionali
 
9 ottobre, alle ore 19:00, Sala Comunità religiosa serbo-ortodossa (Via Genova, 12 Trieste): proiezione del film “Il segreto di Nikola Tesla”
 
(NB: Date e orari degli eventi potrebbero essere soggetti a variazioni: per info e prenotazioni, consultare www.nikolateslatrieste.com; infopoint.acgs@gmail.com; 3318856448)
 
A fare da cornice alla mostra tecnico-scientifica vi saranno inoltre alcune iniziative artistiche con l’esposizione, per il periodo di durata della mostra, delle opere d’arte di Maria Bramasole, già autrice di otto mostre personali e presente in oltre settanta collettive in tutto il mondo; Gastone Bianchi, poliedrico artista triestino; Eric Gerini, che dal 2014 partecipa attivamente a mostre italiane ed internazionali; Massimo Stenta, specializzato in opere calcografiche e pittoriche realizzate con varie tecniche sperimentali; e Zivorad “Ziko” Misic, noto poeta, scrittore sceneggiatore di fumetti e pittore, che da più di otto anni insegna all’Accademia di Fumetto di Trieste.
 
La mostra vede inoltre quali partner progettuali Barcolana, CEI – Iniziativa Centro Europea, INSIEL – l’Informatica per il sistema degli enti locali S,p.A., Fondazione Novak Djokovic di Belgrado, ZKB CREDITO COOPERATIVO DI TRIESTE E GORIZIA. L’iniziativa si avvale inoltre del patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia, SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, UNITS – Università degli Studi di Trieste, ICGEB – International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology, AREA – l’Area Science Park, FINEST. La mostra vede il sostegno di Coop Alleanza 3.0; Gruppo Fintria e Step Impianti; Italspurghi e New Eco Srl (sponsor platinum) e di Samer&Co.Shipping e Intec (sponsor gold).
 
IL MUSEO DI NIKOLA TESLA DI BELGRADO: oltre alle attività presso la propria sede, il Museo di Nikola Tesla realizza mostre in tutto il mondo, da ormai diversi anni e con grande successo. Nel periodo 2018-2020 sono state realizzate mostre in Cina, Giappone, Cipro, Grecia e Italia (Milano), coinvolgendo un numero importante di visitatori. Per queste mostre, il Museo si avvale di un team dedicato di professionisti il cui compito è quello di allestire gli spazi espositivi e formare il personale ospitante (per visite guidate e gestione della mostra).
 
L’ASSOCIAZIONE CULTURALE GIOVANILE SERBA (ACGS): ACGS è stata costituita nel settembre 2017, con l’obiettivo di promuovere la cultura, l’integrazione e la formazione tra i giovani della comunità serba e non solo. L’associazione è essenzialmente impegnata nell’instaurazione di processi di innovazione dal basso con lo scopo di progettare e realizzare iniziative culturali rivolte non solo alla crescita della competitività e valorizzazione territoriale, ma anche a forme di coesione sociale ed inclusione a livello locale (LINK intervista).
 
Per maggiori informazioni sulla mostra e per prenotare una visita guidata scrivere a infopoint.acgs@gmail.com.